Raspberry Almond Tart per Unlamponelcuore

 

 
 
Con questa iniziativa, i food blogger che aderiscono a
“unlamponelcuore” intendono far conoscere il progetto “lamponi di pace”
ella Cooperativa Agricola Insieme (http://coop-insieme.com/),nata
nel giugno del 2003 per favorire il ritorno a casa delle donne di
Bratunac, dopo la deportazione successiva al massacro di Srebrenica, nel
quale le truppe di Radko Mladic uccisero tutti i loro mariti e i loro
figli maschi. Per aiutare e sostenere il rientro nelle loro terre
devastate dalla guerra civile, dopo circa dieci anni di permanenza nei
campi profughi, è nato questo progetto, mirato a riattivare un sistema
di microeconomia basato sul recupero dell’antica coltura dei lamponi e
sull’organizzazione delle famiglie in piccole cooperative, al fine di
ricostruire la trama di un tessuto sociale fondato sull’aiuto reciproco,
sul mutuo sostegno e sulla collaborazione di tutti. A distanza di oltre
dieci anni dall’inaugurazione del progetto, il sogno di questa
cooperativa è diventato una realtà viva e vitale, capace di vita
autonoma e simbolo concreto della trasformazione della parola “ritorno”
nella scelta del “restare”.
 
 

Questo è il link per i prodotti su Facebook:

qui è dove tutto è cominciato

 

Madri, figlie, amanti, sorelle, amiche…
Tante donne, soprattutto infiniti modi di esserlo, consapevolmente oppure inconsapevolmente ma sempre e comunque coscienti ad un livello più profondo, fisico, viscerale.
Donne, con questa specie di cordone ombelicale che ci tiene in contatto diretto con la terra, con la natura, che ci muove e ci influenza così come muove ed influenza le maree.
Donne usate ed abusate spesso in nome di un amore che tutto è fuorché amore, donne coraggiose, che rischiano eppure si mettono in discussione ogni giorno, ogni secondo della loro vita.
La giornata di oggi è tutta per voi, per noi!
Per te Fatima, che nel tuo paese non sei neppure libera di guidare l’auto
Per te Hamideh, che sei cresciuta credendo che si dovesse cercare la sicurezza e non l’amore.
Per te Aminah, alla quale è stato tolto tutto, anche l’essere donna.
 
 
 
 
 
 
 
Vi serviranno:
Per la simil brisè
160 g di farina
100 g di farina di mandorle
110 g di burro
6 cucchiai di zucchero
60 g di latte freddo (solo al bisogno. Io non l’ho usato)
Per il ripieno
2 cucchiai di marmellata di lamponi
3 uova
130 g di panna fresca da montare
150 g di zucchero
70 g di farina di mandorle
Un cucchiaino di estratto di aroma di mandorle
Un cucchiaio di farina
Una vaschetta di lamponi
Qui ho preso la ricetta poi opportunamente dolcificata:
Per prima cosa preparate la simil brisè. Setacciate la farina e la farina di mandorle in una ciotola grande. Unite il burro tagliato a pezzettini ed incominciate a lavorare la pasta. Aggiungete lo zucchero e mescolate bene continuando a lavorare l’impasto. Unite il latte freddo solo se l’impasto non riuscisse a compattarsi.
Lavorate fino a che l’impasto non sarà liscio, ma brevemente per non riscaldare eccessivamente il burro. Rinvolgere in pellicola trasparente e mettere in frigo per mezz’ora.
Preriscaldate il forno a 180° ed imburrate una teglia da crostata, altrimenti se preferite foderate con carta forno.
Rovesciate la brisè su di un foglio di carta forno coprendolo con un altro e quindi stendete con un matterello. Tagliate l’eccesso sul bordo e stendete uno strato di marmellata di lamponi che avrete riscaldato al microonde per 20 secondi e disponetevi
 i lamponi in cerchi concentrici.













 
Ora preparerete il ripieno. Mettete le uova, la panna, lo zucchero, la farina di mandorle, la farina e l’aroma di mandorla in una ciotola. Sbattete finché la mistura non sarà liscia ed aereata, circa 3 minuti. Io uso le fruste elettriche.
Versate con delicatezza la crema sulla crostata e cuocete per 20 minuti a 180°, dopo di che abbasserete la temperatura a 160 e proseguirete la cottura per altri 20 minuti circa.
La tart dovrebbe risultare di un bel colore dorato pallido.
Eventualmente se si dovesse colorire troppo durante la cottura, si potrà coprire con alluminio.
Servite tiepida oppure fredda con panna montata.











 

 

47 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *