Garlic breadsticks

A modo tuo – Elisa  (L. Ligabue)


Sarà difficile diventar grande prima che lo diventi anche tu
tu che farai tutte quelle domande e io fingerò di saperne di più
Sarà difficile ma sarà come deve essere
Metterò via i giochi proverò a crescere
Sarà difficile chiederti scusa per un mondo che è quel che è
io nel mio piccolo tento qualcosa ma cambiarlo è difficile
Sarà difficile dire tanti auguri a te
a ogni compleanno vai un po’ più via da me
A modo tuo andrai a modo tuo
camminerai e cadrai, ti alzerai sempre a modo tuo
A modo tuo vedrai a modo tuo
dondolerai, salterai, cambierai sempre a modo tuo
Sarà difficile vederti da dietro sulla strada che imboccherai
tutti i semafori tutti i divieti e le code che eviterai
Sarà difficile mentre piano ti allontanerai
a cercar da sola quella che sarai
A modo tuo andrai a modo tuo camminerai e cadrai, ti alzerai
sempre a modo tuo
A modo tuo vedrai a modo tuo
dondolerai, salterai, cambierai sempre a modo tuo
Sarà difficile lasciarti al mondo e tenere un pezzetto per me
e nel bel mezzo del tuo girotondo non poterti proteggere
Sarà difficile ma sarà fin troppo semplice
mentre tu ti giri e continui a ridere
A modo tuo andrai a modo tuo
camminerai e cadrai, ti alzerai sempre a modo tuo
A modo tuo vedrai a modo tuo
dondolerai, salterai, cambierai sempre a modo tuo…
 
 
 
 
 
 
 
 












Beh, questi breadsticks sono incredibilmente buoni e profumati oltre ad essere molto coreografici. Ovviamente si può omettere l’aglio (anche se il profumo merita già di per se), si possono usare farine di ogni tipo, si può usare olio aromatizzato al posto del burro oppure aromatizzare il burro con origano o rosmarino. Unica costante il fatto che se ne mangiano troppi..
Tratti liberamente da qui










Ingredienti:
500 g di buona farina da panificazione
Un cucchiaino di miele
Un cucchiaio d’olio
300 g di acqua circa
60 g di latte intero
Lievito di birra (2,5 g per 8 ore di lievitazione, 7 g per 3 ore)
10 g di sale
100 g di burro (salato se lo gradite)
2 spicchi d’aglio

















Procedura:

All’interno della ciotola dell’impastatrice mettete 200/230 g dei 300 di acqua mescolati con il latte e intiepiditi e scioglietevi il lievito ( Il resto dell’acqua usiamolo solo al bisogno). Aggiungete il miele, l’olio e la farina ed incominciate a lavorare l’impasto a vel. 1 usando il gancio. Quando l’impatto sarà compatto inserite il sale, portate la velocità a 1,5 ed impastate finché l’impasto non si staccherà dalle pareti della ciotola e risulterà elastico e liscio. Mettiamo in una bacinella leggermente unta d’olio, proteggiamo la superficie con pellicola trasparente e lasciamo lievitare in un luogo lontano da correnti d’aria per il tempo che sarà necessario a seconda del quantitativo di lievito scelto. I tempi non potranno mai essere precisi perché la lievitazione dipende da una serie di fattori difficilmente preventivabili come la temperatura, l’umidità della farina e quella dell’ambiente perciò andate ad occhio. Una volta che l’impasto sarà lievitato trasferitelo sulla spianatoia e dividetelo in 8 pezzi. Infarinatevi le mani e formate dei rotoli di circa 45 cm di lunghezza. Prendete 8 stecchini di legno di quelli che si usano per gli spiedini, per intenderci. Inumidite la punta e poi incominciate ad arrotolare cordolini di impasto lasciando uno spazietto in cima e facendolo terminare appena un poco prima della fine. Mettere gli spiedini a lievitare sospesi, usando una teglia o una pirofila profondi. Quando saranno raddoppiati, spennellateli con metà del burro fuso nel quale avrete lasciato almeno per un’ora i due spicchi d’aglio grattugiati ed infornate sempre sospesi. Cuoceteli per 15/20 minuti o comunque fino a doratura in forno preriscaldato a 190° e appena tolti dal forno, spennellate immediatamente con il resto del burro all’aglio.

















English version:

Ingredients
500 g of good bread flour
A tablespoon of honey
A tablespoon of extra virgin olive oil
300 g of water
60 g of full fat milk
Fresh compressed yeast (2,5 for 8 hours rise, 7 g for 3 hour)
10 g salt
100 g salted butter
2 garlic cloves

Inside your electric mixer bowl pour the lukewarm water and milk (use only 200/230 g of water and add the rest only if you need it). Add the honey, the oil and the flour and start kneading using the hook at speed 1. When the dough won’t look sticky anymore, add the salt and raise the speed to 1,5. Knead until the dough will be smooth and elastic. Leave to raise in a bowl greased with oil and protected by plastic wrap then, when it will be doubled in volume, divide the dough in 8 pieces. Dust your hands with flour and roll each one into a rope. Take 8 skewers, moist the top where you will start wrapping the dough then leave     and wrap the dough all around and stop only at       at the bottom. Moist this part as well. Hang the breadsticks over a deep pan and let it rise again until doubled then brush with half of the butter, melted and seasoned for at least an hour with the two garlic cloves, crashed. Bake sospended in a preheated oven at 190° for 15/20 minutes and when they will be golden  take out from the oven and brush immediately with the butter left.

 

Ricettina che porto subito alla Terry che questo mese ospita Panissimo di Marzo, la raccolta di lievitati ideata dalla Sandra e dalla Barbara

 

e dalla gemellata Zapach Chleba

 

 

 

13 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *