Crostata alle arance e ricotta montata

DSC_0117

Finalmente, dopo quasi 3 settimane, torno a scrivere su questo blog troppo a lungo trascurato a causa dell’impossibilità sia di cucinare che di scattare foto. A dire la verità dovrei stare ancora a riposo ma andando le cose per le lunghe e non avendo ancora alcuna certezza di quando e se si sistemeranno, ho deciso che non potevo lasciare passare altro tempo e così eccomi, di corsa e con foto molto arrangiate, con una ricetta per San Valentino. Era già da un po’ che mi frullava per la testa l’abbinamento ricotta montata, marmellata e arance candite ma temevo risultasse troppo stucchevole. Questo finché non mi è venuto in mente di utilizzare una frolla al cacao ed ecco che la ricetta è diventata quella che volevo. Inizialmente ho anche provato a cuocerla già farcita ma poi ho preparato una seconda crostata cuocendo la frolla da sola ed aggiungendo da cruda la ricotta e secondo me il risultato è nettamente superiore. Il consorte ha preferito la prima versione ma lui non fa testo perché non ama i dolci, comunque potete scegliere. Diciamo che è un dolce a finale aperto, come certe storie nelle quali scegli tu la strada da prendere ed arrivi quindi ad una fine alternativa. Ad onor di cronaca devo dire che il là alla crostata me lo ha dato la ricetta della Ferber che ho letto dalla Valentina, una marmellata  che per la quantità di zucchero e la presenza di vaniglia è tanto buona che non sembra nemmeno una semplice marmellata. Volevo utilizzarla per un dolce e quando ho scoperto un negozio che vende una ricotta assolutamente straordinaria ho messo insieme le due cose ed ecco cosa ne è venuto fuori. La frolla è questa, di Knam e con la dose indicata ed uno stampo da 24, mi è avanzato un pochino di impasto che ho utilizzato per preparare dei biscottini che ho passato nello zucchero di canna e poi decorato con una minuscola quantità di crema di cioccolato. 7/8 minuti di cottura ed erano pronti. Molto molto buoni anche quelli devo dire, quindi ricetta messa subito tra i preferiti. Questa frolla è molto croccante, per cui se volete che la vostra crostata sia un poco più friabile, diminuite il tempo di cottura.

DSC_0104

5.0 from 1 reviews
Crostata alle arance e ricotta montata
 
Prep. time
Cook time
Total time
 
Burro e Malla:
Portata: Torte
Porzioni: 8
Ingredienti
  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 6 g di lievito chimico
  • 280 g di farina
  • 25 g di cacao di buona qualità
  • Mezza bacca di vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • Per la farcia:
  • 150 g di marmellata di arancia
  • 400 g di ricotta mista
  • 150 g di zucchero a velo
  • Per le fette di arancia candite:
  • 1 arancia bio
  • 150 g di acqua
  • 125 g di zucchero
Istruzioni
  1. Mettete nella ciotola della planetaria (anche un mixer va bene) lo zucchero, i semini della vaniglia ed il burro ammorbidito a temperatura ambiente e lavorate con la spatola K fino a quando non saranno ben amalgamati.
  2. Unite l'uovo, mescolate, poi aggiungete la farina ed il cacao, il lievito ed il pizzico di sale.
  3. Impastate brevemente, quanto basta perché l'impasto risulti uniforme e quindi prendete un foglio di carta forno, adagiatevi la frolla, coprite con altra carta forno, stendete fino ad uno spessore di circa 5 mm utilizzando un matterello e poi trasferite in frigo almeno per un'ora.
  4. Nel frattempo preparate le arance candite. In un tegame largo antiaderente mettete lo zucchero e l'acqua e portate al bollore.
  5. Appena lo zucchero sarà completamente disciolto, aggiungete le fette di arancia che avrete tagliato abbastanza sottili (non troppo però, altrimenti in cottura si romperanno) e fate cuocere a fuoco medio/basso per 30/35 minuti.
  6. Toglietele dal tegame ed adagiatele delicatamente su carta forno.
  7. Preriscaldate il forno a 180°
  8. Togliete la frolla dal frigo e lasciatela riposare per circa 10 minuti.
  9. Imburrate una tortiera con i bordi lisci di 24 cm di diametro e rivestitela con la frolla aiutandovi con la carta forno. Fate aderire bene i bordi, bucate con l'apposito attrezzo oppure con i rebbi di una forchetta, rivestite di carta forno e coprite di fagioli secchi per non farla gonfiare in cottura.
  10. Cuocete per circa 20 minuti poi rimuovete la carta forno con i fagioli e cuocete ancora per 10/15 minuti e poi fate raffreddare.
  11. Spalmate all'interno della crostata uno strato sottile di marmellata di arancia.
  12. Nella planetaria con la frusta oppure con una frusta elettrica, montate per almeno 5 minuti la ricotta e lo zucchero a velo. Otterrete un composto molto simile alla panna montata.
  13. Riempitevi una sac a poche e colmate la crostata con cerchi di ricotta che andranno dall'esterno verso l'interno fino ad averla coperta completamente. Decorate con le fette di arance candite e conservate in frigo.
DSC_0108

DSC_0128

English version:

Ingredients

Pastry:

150 g unsalted butter

150 sugar

1 egg

6 g baking powder

280 g all purpose flour

25 g good cocoa powder

Half vanilla pod

A pinch of salt

To fill:

150 g orange marmalade

400 g ricotta cheese

150 g icing sugar

For the candied orange slices:

1 orange, organic

150 g water

125 g sugar

DSC_0126

 To make the pastry  put the sugar, the vanilla seeds and the lukewarm butter in the standing mixer bowl and work with the K attachment until the ingredients won’t be well mixed. Add the egg, mix, then the flour, the cocoa, the baking powder and the salt. Try not to overwork the pastry then flatten it into a disc of 5 mm. using parchment paper on top and bottom and chill for at least an hour. In the meantime, in a medium skillet, combine the sugar with the water for the candied orange. Bring to boil, add the orange slices (not too thinly cut) and cook over low/medium heat for 30/35 minutes. Transfer the orange slice on a sheet of parchment paper and let them cool. Turn on the oven at 180°. Remove the pastry disc from the fridge and leave it per 10 minutes. Grease a 24 cm diameter tart tin and line it with the pastry. Pierce the pastry with the prongs of a fork, line it with parchment paper and fill with baking beans. Bake for 20 minutes then carefully remove the beans and parchment paper and return to the oven for 10/15 minutes, leave to cool then spoon with the jam. In the standing mixer whip ricotta cheese and icing sugar for at least 5 minute obtaining something very similar to chantilly cream. Fill a sac a poche and decorate the pastry  making circles from the outside to the inside until the tart will be completely covered. Decorate with the orange slices and serve. Will keep up to 3 days, chilled.

DSC_0133

29 Comments

  • Ketty Valenti ha detto:

    Wow adoro l’abbinamento cioccolato/ricotta e la dolcezza ma anche l’acidità dell’arancia e’ perfetto. Davvero stupenda la tua crostata ne prenderei una bella fetta ma mi accontento di gustarla con gli occhi

    • burroemalla ha detto:

      Chissà con la ricotta siciliana poi che cosa verrebbe fuori Ketty.. Comunque mi accontento perché ho finalmente trovato questo piccolo alimentari che una volta alla settimana ha questa ricotta straordinaria (almeno per i nostri canoni) e quindi mi sa che mi butterò spesso su questo ingrediente che, se di buona qualità, si presta a mille ricette.
      Un abbraccio forte Ketty, anche a Gabriele ok? ❤️

  • sandra ha detto:

    brutte, che brutte foto!!!!
    tremende, come la crostata: che si puo’ vedere una frolla al cioccolato, la marmellatina di arance e la crema di ricotta, il tutto guarnito da quelle fette succulente di arance candie?
    ma insomma SIG.RA BURROEMALLA!!!
    e ancora una volta maledico il fatto di abitare lontana, non sarebbe arrivata mai al giorno dopo questa crostatina!

    • burroemalla ha detto:

      Non mi prendere in giro proprio tu, che sei la maga ? Le foto erano veramente scarsine ma la ricetta no. Questa crostata è davvero squisita quindi vedi di programmare un viaggetto da queste parti che si va da Floriddia e poi ci si mette a sedere davanti a quelle colline stupende e si fa merenda con una fettina ❤️

  • zia Consu ha detto:

    Mi fa piacere sapere che tu stia meglio o almeno inizi a muoverti con più disinvoltura 🙂 Questa crostata è strepitosa..adoro il mix di sapori tra cacao, ricotta e arancia, un vero sogno da fare ad occhi aperti, magari perdendosi in quelli del proprio amore ^_^
    Un abbraccio e felice we <3<3<3

    • burroemalla ha detto:

      In realtà io sto sempre male e in attesa di risonanza ma non resisto a non cucinare e quindi ecco che al mattino spignatto e al pomeriggio piango 😉 Comunque in un modo o l’altro passerà e allora ripartirò sul serio.
      p.s. Il mio pseudo occhi negli occhi l’ha assaggiata ed ha commentato che era dolce. Certo, non è mica una bruschetta ma con lui ormai ho rinunciato. Meno male che c’è l’adolescente a darmi soddisfazione ❤️

  • Tam ha detto:

    Silvia ben tornata!!! Mi spiace che ancora non sia in forma, ma felice che ti sia sforzata un pochino per pubblicare questa meraviglia! Io adoro il cioccolato abbinato all’arancia, e adoro la ricotta, anche io ho la fortuna di trovare una ricotta di pecora ottima! bene, brava, bis ma soprattutto, bentornata, ci sei mancata!!

    • burroemalla ha detto:

      Anche te come Ketty hai una ricotta meravigliosa (lo so per certo perché mio cognato l’ultima volta me ne ha portata un pò) e quindi la tua crostata verrebbe anche meglio di questa. Il tuo bentornata lo prendo di buon augurio ok bella? ❤️

  • Chiara ha detto:

    Mi spiace leggere che stai poco bene con quel ginocchio, ma hai creato comunque una torta deliziosa! Bellissima e davvero speciale come mix di sapori e consistenze…troppo bella la frolla al cacao con ricotta montata e poi adoro la arance caramellate, un vero wow! Ti mando un super abbraccio e un paio di ciambelle virtuali perchè ti tirino su di morale!
    Bacissimi e buona serata

    • burroemalla ha detto:

      Le tue ciambelle me le prendo volentieri anche perché quando sono un pò giù di morale lo zucchero mi aiuta e le tue ciambelle erano strepitose. L’ accostamento ricotta/frolla al cioccolato aiuta la crostata a non risultare troppo stucchevole e poi anche io, come te, adoro le arance caramellate quindi sì, sono soddisfatta. Bacioni grandi tesoro ❤️

  • ipasticciditerry ha detto:

    Mazzààà meno male che sono arrangiate queste foto … allora le mie fanno davvero tanto tanto schifo!! Aahahahhh Silvia … Silvia che mi combini? Lo sai che a una certa età bisogna fare tagliando e messa a punto ogni tanto. La frolla di Knam la conosco e l’ho già salvata perchè prima o poi la voglio fare. Mi piace molto anche questa ida di farcitura. Naturalmente da cruda aggiungerei la ricotta, come preferisci tu. Tanti baci amica mia, cerca di riprenderti in fretta, ok? ♥

    • burroemalla ha detto:

      Senti Terry, io alla fine penso che quello che noi abbiamo scelto di fare sia cucinare al nostro meglio e che non abbiamo pretese di essere anche fotografe ma poi vedi certe foto in giro che ti prende veramente il magone e dici a te stessa: “Ma dove vuoi andare tu?” Dovrei però ricordarmi più spesso che la funzione primaria è proporre ricette che funzionino e che chiunque può replicare e le foto sono sì importanti ma lo è molto di più quello che si cucina e tu cucini da Dio ?❤️

  • Lara ha detto:

    Sembra davvero tanto deliziosa, soffice e dolce e amarotica…. mmmmhhhhhhh. Spero tu ti rimetta presto, che poi se fai ste cose buone pure da
    malata, complimenti

  • Tatiana ha detto:

    Ma lo sai che io per le arance ci vado pazza? E’ una passione che mi è esplosa quest’anno, io che di frutta ne ho mangiata sempre ben poca… e se poi me la metti con quella farcitura fantastica, beh…addio alla dieta!
    Un bacione!

    • burroemalla ha detto:

      Anch’io Tatiana la frutta non la mangio se non fragole, ciliegie, pesche tanto dure da poterle battere nel muro e arance caramellate ? ma sui dolci di certo faccio uno sforzo in più 🙂
      In quanto alla dieta mi dovresti vedere ora che devo stare a riposo 🙂
      In bacione bells ❤️

  • tizi ha detto:

    mi dispiace che ancora non ti sia del tutto rimessa! in ogni caso hai fatto un ottimo lavoro con questa torta. la frolla di knam è divina, lo so per esperienza, e quello con ricotta e arance è l’abbinamento perfetto, soprattutto lasciando la ricotta così, quasi al naturale e senza cottura deve venir fuori un dolce bello fresco, che non annoia ma ti invoglia a mangiarne ancora una fettina in più…
    a presto cara, cerca di avere pazienza e… guarisci presto!

    • burroemalla ha detto:

      Anche peggio Tiziana, molto peggio.. La frolla di Knam è una droga ma abbinata al cioccolato mi stucca troppo. In questo modo invece non annoia, proprio come dici tu. Grazie degli auguri cara ❤️

  • laura ha detto:

    Che meraviglia …
    La frolla al cacao di Knam è buonissima e la tua interpretazione del ripieno mi ispira un sacco. Sai che è da un po’ che voglio fare una crostata alla ricotta? Grazie dello spunto e mi raccomando riprenditi in fretta. Baci

  • elisa ha detto:

    quando vedo crostate non resisto!!!!
    ciao

  • Emmettì ha detto:

    Ora dimmi: come hai fatto a rendere bianchissima, lucidissima, sofficissima e slurposissima quella ricotta??? :-OOOOOOO
    Silvia io la prossima volta che ti rivedo (quando???♥) voglio guardare bene le tue mani e pure le maniche della camicia per scoprire dove nascondi la bacchetta magica!
    Eh sì, perché pure questa torta non ha un difetto che sia uno!!!
    A partire dal guscio di frolla (purtroppo conosco la versione di Knam…), per poi passare al cuore della farcitura ed arrivare alla guarnitura con quelle fettine di arancia che sembrano addirittura finte da tanto son perfette!!!!
    Spessore millimetrico uguale su tutta la circonferenza, canditura (si può dire?) lucida come se avessi usato un pennello con lo smalto trasparente!
    Insomma tesoro mio, rimango davvero incantata!
    E pure con l’acquolina in bocca, dal momento che immagino i sapori di questa crostata!
    :-DDDDD
    Sai che ti dico?
    Che non avrei preferenza fra la versione cotta e la versione “a freddo”! Le adorerei entrambe! Già me le immagino in doppia versione e in forma mignon, tutte messe belle in fila per un buffet!

    Tesoro bello, riguardati e non strapazzarti, anche se oramai sarai stanca di sentirmelo dire ogni due per tre… :-)))))

    Ti abbraccio forte forte! :-* :-* :-*

    p.s. sì, ha ragione la Sandra: queste foto non si possono proprio vedere!!!! :-DDD

    • burroemalla ha detto:

      Le solite fettine ben posizionate sugli occhi alla mia Emmettì non gliele leva nessuno ? Vero però che la crostata era, se non perfetta, di sicuro molto buona e se una certa personcina di mia conoscenza si facesse vedere da queste parti (si è visto anche un Ufo due giorni fa ma di lei niente all’orizzonte) io gliene preparerei non una, non due ma cento di queste crostate pur di poterla riabbracciare. E se poi mi fai la paternale e ti preoccupi che mi strapazzi, non mi fai altro che piacere perché non sono molte le persone che lo fanno tesoro mio ❤️

      • Emmettì ha detto:

        ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥

  • Emmettì ha detto:

    ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥ ♥

  • Elisabetta ha detto:

    Questa l’avevo intravista sui social giorni fa ma ancora non ero riuscita a passare con un po’ di calma a leggere tutta la ricetta. Confermo il mio commento su facebook, sapevo già che mi sarebbe piaciuta! Avevo, infatti, notato la presenza di tre ingredienti che adoro già presi singolarmente ma se mi metti assieme frolla al cacao, crema di ricotta e una marmellata agli agrumi mi hai conquistata. Bellissima questa crostata e buonissima, ho salvato la ricetta spero di trovare presto il tempo per prepararla. Spero tanto che questo ginocchio la smetta al più presto di darti problemi, riguardati.
    Un abbraccio

    • burroemalla ha detto:

      Effettivamente gli ingredienti sono un’ottima combinazione di sapori e la frolla al cacao contrasta al meglio la dolcezza della ricotta montata. Il ginocchio mi farà prendere qualche chilo purtroppo perché continuo a cucinare e a mangiare ma non mi muovo quasi più e questo è un problema non da poco. Speriamo di averne ancora per poco..
      Un bacione e a fra 3 settimane, spero ❤️

Rispondi a zia Consu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: