Un nuovo inizio

 

 

In questa lunga estate ho approfittato dei problemi di connessione per riflettere su una cosa che già da un pò mi assillava. Quando una persona entra su un blog, a meno che non sia diversamente specificato, si aspetta di trovare ricette di tutti i tipi. Se quella stessa persona viene su Burro e Malla e si mette a cercare con il tag “Carne”, troverà 2, dico 2 ricette di numero e non è che sotto il tag “Del mare” le cose vadano molto meglio perché lì i post sono solo 6, il che porterà inevitabilmente il visitatore a chiedersi che diavolo l’ha aperto a fare un blog così questa e si guarderà bene dal tornare. Cosa voglio dire con tutto questo discorso? Semplicemente che che non ha alcun senso continuare a portare avanti il blog pretendendo che sia un blog onnivoro; da qui la necessità e l’esigenza di fare chiarezza con me stessa per prima e di ammettere che questo blog è ed è sempre stato un blog vegetariano. E allora perché non è nato direttamente come blog vegetariano dato che sono vegetariana da quarant’anni? Semplicemente perché l’idea iniziale era di raccogliere le ricette di famiglia da tramandare a mio figlio che vegetariano non è e che anzi, la carne la mangia e anche volentieri, ma non mangiandola io, la voglia di pubblicare post sulla carne non mi è mai venuta. So bene che negli ultimi anni “vegetariano è figo” e che c’è un sacco di gente che per principi assolutamente leciti prova a resistere alla tentazione di mangiare carne, ma in realtà io non la mangio da 40 anni semplicemente perché odio il suo sapore. So anche mi attirerebbe molte più simpatie affermare che da piccola, riflettendo sul significato della vita, ero arrivata alla conclusione di non voler sopraffare gli altri esseri che come me popolano questa nostra terra, ma non sarebbe la verità. Certo, crescendo sono arrivata a considerarla una scelta giusta e questo anche per motivi salutistici, ma i ricordi più lontani che ho del cibo sono purtroppo l’odore della svizzerina e del fegato che mia mamma mi costringeva a mangiare, la consistenza sotto i denti, la nausea che mi provocava. C’è poi un motivo che mi spinge ad un’ulteriore svolta e che riguarda la mia salute. Problemi alle ginocchia mi hanno costretto ad interrompere l’unica sana abitudine che avevo e cioè il camminare un’ora al giorno e questo mi ha alzato i valori di colesterolo e pressione. Se devo essere onesta però, anche il blog ha di sicuro influito molto perché di solito chi ha un blog di cibo, quello che posta mangia e non lo regala ai vicini come alcune food blogger si ostinano a ripetere. Da qui la decisione che dal momento che io sono quello che mangio e che quello che mangio è bene o male quello che pubblico, devo necessariamente dare la priorità a ricette sane; con questo non voglio certo che il mio blog si trasformi in una pagina noiosa dopo uno trova solamente ricette di pinzimoni ed insalate, ma cucinando vegetariano da sempre so bene quanto verdure, legumi e cereali possano produrre piatti gustosi, golosi e nutrizionalmente equilibrati. Ci sono infinite combinazioni, cucine etniche vegetariane eccezionali e in ogni caso non interromperò del tutto la pubblicazione di ricette “ad alto tasso colesterolico” come quelle della mia adorata pasticceria francese; cercherò però di dare più risalto alle ricette sane pubblicando solo occasionalmente cose che mi potrebbero portare a varcare troppo velocemente la soglia dell’altro mondo. Questo mio percorso mi ha portato come naturale conseguenza a privilegiare gli acquisti a Km 0 e sono anche fortunatamente vicina ad eccezionali aziende Bío: Floriddia, un’eccellenza toscana che nasce da un cuore tutto siciliano che produce farine di grani antichi, Bio Colombini per frutta e verdura, il caseificio Casanova, con la sua adorabile proprietaria, un’anziana signora ex insegnante del Liceo Classico con la quale parlare è sempre un piacere. In questo (e in poco altro purtroppo) sono molto ben organizzata: ogni settimana faccio il menù e poi compro da Colombini le verdure che mi servono e al supermercato solo ciò che non trovo bio. Da Casanova invece vado una volta al mese e da Floriddia ogni 2 o 3, per le scorte di farine, legumi secchi, orzo e farro. Nell’ultimo periodo poi organizzarmi è diventato ancora più semplice grazie all’acquisto dell’abbattitore e, appena un mese fa del cassetto sottovuoto, che mi permettono di surgelare le scorte e conservarle opportunamente porzionate, in modo da non cedere mai alla tentazione di aprire il frigo e mettersi sotto i denti la prima cosa che si trova perché non c’è tempo di cucinare. Mi scuso infine per la lunghezza di questo post ma del resto questo è un cambiamento sostanziale nella vita di Burro e Malla.  Come ho già detto, ogni tanto qualche golosità  ce la infilerò ma come premio dopo un mese passato a mangiare cose un pochino più sane. Certo è che se ai prossimi controlli il colesterolo resta alto, mando tutti questi bei piani a farsi benedire e mi metto a mangiare pasticceria francese pranzo e cena  😊

 

La strada che devo percorrere per andare da Floriddia

 

 

7 Comments

  • tizi ha detto:

    bentornata cara! io cerco di limitare il consumo di carne quindi le tue ricette vegetariane saranno sicuramente fonte di ispirazione, e comunque hai fatto benissimo ad allineare il blog alle tue abitudini quotidiane. di floriddia ho sentito parlare molto bene, devo decidermi ad andare a fare un po’ di scorte pure io, che non sono lontana!
    anche sul fatto di fare qualche strappo ogni tanto mi trovi perfettamente d’accordo, qualche dolcetto burroso francese ogni tanto ci vuole, e mi farò volentieri tentare dai tuoi. un abbraccio grande grande e a presto 🙂

    • burroemalla ha detto:

      Sai cosa sarebbe bellissimo? Andarci insieme, da Floriddia. Dai, organizziamoci così finalmente ci incontriamo. Che ne dici? 😊 😘

  • zia Consu ha detto:

    Spero che questa scelta ti aiuti a ritrovare il benessere e ti seguirò con grande interesse perchè so bene quanto il cibo vegetariano possa essere goloso se cucinato con fantasia e colore ^_^ cosa che a te non manca di certo ^_^
    Un forte abbraccio e a presto <3

  • Ipasticciditerry ha detto:

    Non ho perso la buona abitudine di passare da te, ogni tanto e oggi trovo questo discorso, che avrei potuto scrivere io … Condivido la tua avversione verso la carne, anche io non per vocazione nobile di non mangiare altri esseri viventi ma per puro gusto. Anche io faccio acquisti direttamente da produttori o da fonti comunque sicure e a km 0. Solo che io nn sono brava come te, sono una golosona impenitente e non ho problemi di colesterolo, fortunatamente. Avendo io messo su qualche chilo di troppo, nell’ultimo anno, ho fatto un periodo di camminate intense, con il solo risultato di aver messo su altri due chili … Ragion per cui, ho lasciato perdere e cammino appena posso, giusto per tenere le giunture allenate. Alla nostra età il metabolismo cambia e si addormenta il medico mi ha detto che per risvegliarlo dovrei mangiare carne … Figuriamoci, non ci penso nemmeno! Perciò conta su di me, passerò più spesso a trovarti e vediamo cosa tiri fuori dal tuo fresco. Scusa il papiro ma era un po’ che non si “parlava” io e te. Un bacione

    • burroemalla ha detto:

      Vuoi vedere che alla fine il non poter camminare mi salva da altri kg in più? 😂😂😂 Tesoro, il mio metabolismo non si è addormentato, piuttosto non si è mai svegliato 😉 ma i kg sono una cosa, il colesterolo e la pressione un’altra e quindi questo è un passo fatto con la pistola puntata alla tempia purtroppo. Non è che rimpianga i dolci più di tanto. Quello che mi manca di più sono certi formaggi, quelli dove affondi il cucchiaio, ma non parlo della ricotta 😊 Sarebbe bellissimo abitare più vicine ed andare per aziende bio insieme. La trovo un’attività rilassante, mi costringe ad andare in aperta campagna e mi sprona a mangiare meglio anche se ogni tanto casco nelle vecchie abitudini. Ieri per esempio era l’onomastico dell’adolescente e così gli ho comprato ravioli formaggio e pere e cannoli siciliani. Lo stravizio vale per i 4 piccoli che mi ero ripromessa per un mese di cibo sano 😂 Va beh Terry tesoro, di qualcosa si deve pure morire e morire di cannoli siciliani sicuramente dà più soddisfazione di finire schiacciati da una macchina..
      Un bacione grande e, te lo dico sempre, a presto. Prima o poi io, te e la Patty ci incontreremo a metà Italia, fosse pure anche solo per un caffè 😘❤️

  • edvige ha detto:

    Io combatto con il colesterolo da quasi 16 anni dopo aver avuto a 58 anni un infartino come lo chiamo io. Sono intollerante alle medicine purtroppo e tutte mi danno allergie diverse a secondo del farmaco e quindi mi curo in tutto questo tempo con prodotti naturali chiamati impropriamente integratori. A parte Omega3-4-6, riso rosso fermentato, ed il derivato dei piccoli krill crostacei minuscolo che vive nelle acque fredde del nordo primo pasto per il resto degli abitanti e cosi il mio colesterolo è sotto controllo e con valori ottimali. Certo non mangio grassi, carni rosse ma solo bianche e poche perchè non mi piacciono ma nell’insieme molto vario e una tantum anche qualche insaccato e fritto: il mio cardiologo dice che non ci può privare di tutto ma non ripetere ogni giorno.
    Pressione sempre avuta da 44 anni (ne avevo 30) ed è l’unica medicina allopatica che sopporto. Verdura si ma mai cruda non la digerisco, frutta no troppo dolce per la glicemia anche questa una tantum. Ormai ci sono abituata. Camminare no per problemi al ginocchio ma in compenso mi faccio 20 volte minimo al giorno 14 scalini interni della scala a chiocciola. Mi salva il nuoto che pratico da sempre estate mare e inverno piscina. Faccio anche ginnastica a casa ho una piccola palestra dove marito si mantiene in forma per i suoi ormai 80 anni e 6 mesi. Vai tranquilla riduci ma non privarti e comunque anche gli alimenti che dicono non portano colesterolo se messi assieme chimicamente nel nostro corpo si trasformano. Chiedo scusa per il lungo commento ma volevo dirti che non sei sola. Alla grande, tu puoi, puoi anche eliminarlo.
    Se hai bisogno sono qui. Buona serata e buona fine settimana. Un abbraccio.

    • burroemalla ha detto:

      Prima di tutto non scusarti e anzi, grazie per l’aiuto 😊 Il colesterolo per me non è mai stato un problema. Ho sempre avuto ottimi valori fino a quando non mi sono fermata col movimento ma a differenza di te, odio la piscina e MAI ci andrei, specie d’inverno, quindi mi sa che dovrò cominciare con la bicicletta, anche se anch’io ho la scala a chiocciola e vivendo su tre piani, le scale le faccio anche troppe volte ed invece me le avrebbero proibite.. In quanto all’alimentazione, io carne niente, il riso rosso ho cominciato a mangiarlo da quando è venuta fuori questa storia e mi piace anche parecchio, mangio yogurt, cerco di evitare i formaggi grassi anche se è dura e prediligo l’olio al burro. Del krill invece non conoscevo l’uso contro il colesterolo, a dire la verità. Chiederò in farmacia.
      Grazie mille per le dritte Edvige. Sei stata molto molto gentile, come sempre del resto. Un abbraccione forte 😘

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *